Community
Seleziona una lingua
Crea percorso fino qui Copia il percorso
Trekking Percorso consigliato

Trekking al Rifugio Caduti dell’Adamello alle Lobbie

Trekking · Madonna di Campiglio, Pinzolo, Val Rendena
Responsabile del contenuto
Madonna di Campiglio Azienda per il Turismo Partner verificato 
  • Foto: TRACCIAtour SRL, Madonna di Campiglio Azienda per il Turismo
m 3500 3000 2500 2000 1500 12 10 8 6 4 2 km "ADAMELLO COLLINI" AL BEDOLE "ADAMELLO COLLINI" AL BEDOLE AI CADUTI DELL'ADAMELLO
Scopri il silenzio e la magia dei ghiacci perenni.
difficile
Lunghezza 13,6 km
6:00 h.
1.500 m
1.500 m
3.040 m
1.642 m

Sali al Rifugio Caduti dell’Adamello e vivi una giornata unica ed indimenticabile di vera montagna.

 

 

 

Consiglio dell'autore

Approfittate della vostra permanenza al Rifugio Ai Caduti dell’Adamello per salire in vetta al “Cresta Croce” (Punta Giovanni Paolo II) con la sua caratteristica ed inconfondibile croce di granito e con una vista a dir poco superba. Per far questo non esitate a consultare una guida alpina.
Immagine del profilo di TRACCIAtour SRL
Autore
TRACCIAtour SRL
Ultimo aggiornamento: 23.09.2020
Difficoltà
difficile
Tecnica
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
3.040 m
Punto più basso
1.642 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic
Esposizione
NESO

Tipo di strada

Asfalto 0,36%Via ferrata 99,63%
Asfalto
0 km
Via ferrata
13,6 km
Mostra il profilo altimetrico

Punti di ristoro

"ADAMELLO COLLINI" AL BEDOLE
AI CADUTI DELL'ADAMELLO

Indicazioni sulla sicurezza

1) Preparate il vostro itinerario

2) Scegliete un percorso adatto alla vostra preparazione

3) Scegliete equipaggiamento e attrezzatura idonei

4) Consultate I bollettini nivometereologici

5) Partire da soli è più rischioso

6) Lasciate informazioni sul vostro itinerario e sull’orario approssimativo di rientro

7) Non esitate ad affidarvi ad un professionista

8) Fate attenzione alle indicazioni e alla segnaletica che trovate sul percorso

9) Non esitate a tornare sui vostri passi

10) In caso di incidente date l’allarme chiamando il numero breve 112

 Come immaginerai, la percorribilità degli itinerari in un ambiente montano è strettamente legata alle condizioni contingenti e dipende quindi da fenomeni naturali, cambiamenti ambientali e condizioni meteo. Per questo motivo, le informazioni contenute in questa scheda potrebbero aver subito variazioni. Prima di partire, informati sullo stato del percorso contattando il gestore dei rifugi sul tuo percorso, le guide alpine, i centri visitatori dei parchi naturali e gli uffici turistici.

 

Il Rifugio Ai Caduti dell’Adamello si trova a quota 3040m, nel tipico contesto di alta quota dell’Adamello, caratterizzato da ghiacciai e deposti morenici. Il suo raggiungimento si svolge su percorsi che richiedono esperienza e conoscenza della montagna nonché il possesso delle elementari nozioni di sicurezza e di movimentazione in quota. Se non possedete queste caratteristiche non esitate a consultare una guida alpina.

Partenza

Rifugio Collini al Bedole (1.641 m)
Coordinate:
DD
46.197434, 10.596843
DMS
46°11'50.8"N 10°35'48.6"E
UTM
32T 623206 5117223
w3w 
///filosofare.zanzara.posala
Mostra sulla mappa

Arrivo

Rifugio ai Caduti dell’Adamello alle Lobbie (3040m)

Direzioni da seguire

Gli itinerari che conducono al rifugio sono essenzialmente tre.

SALITA DEL MATAROT

La salita del “Matarot” si compie lungo il segnavia 241. Partendo dal Rifugio Bedole (con parcheggio in prossimità dell'omnima malga, poco prima) si segue la stradina che conduce alla teleferica. Qui ha inizio il sentiero 241 vero e proprio. Dopo un breve tratto si transita per i pressi di Malga Matarot Bassa. Lasciandosela sulla sx si prosegue sul sentiero che diventa progressivamente più impegnativo. Il percorso si sviluppa fra mughi e bassa vegetazione ed il fondo del sentiero non sempre è agevole. Si sale fino a raggiungere i ghiaioni alla base della fascia rocciosa situata a destra delle imponenti Cascate del Matarot ben visibili di fronte a voi.

Si procede ora sul sentiero attrezzato (sempre segnavia 241) e si risalgono i gradoni di roccia, seguendo i frequenti bolli bianco-rossi ed aiutandosi (o assicurandosi) con i cavi d’acciaio. Questo tratto di sentiero, ottimamente segnato ed attrezzato, può diventare molto ostico e pericoloso in caso di nebbia ed in particolare in caso di bagnato, neve ghiaccio. Una volta superata la sezione attrezzata si continua sul sentiero contrassegnato da bolli biancorossi ed ometti (piccoli mucchietti di pietre accatastate per segnalare il percorso). La traccia del sentiero rimane a destra della vedretta delle Lobbie (faccia a monte) che lentamente si apre allo sguardo. Con un ultimo sforzo si raggiunge il Passo della Lobbia Alta (3015m) e di lì il Rifugio Caduti dell’Adamello (3040m).

Questo percorso va affrontato con la dovuta attrezzatura (set ferrata, casco), con adeguato allenamento e sicura conoscenza della progressione su percorso attrezzato.

Si rientra per lo stesso itinerario. [Traccia GPS]

DAL RIFUGIO MANDRON

I successivi due itinerari convergono entrambi al Rifugio Mandron giungendo o dal Passo Presena (impianti di risalita del Passo Tonale) o dalla Val Genova – Rifugio Bedole.

Dal Rifugio Mandron si risale il percorso (segnavia 236) che conduce al Passo Lobbia Alta dove si trova il rifugio Caduti dell’Adamello. Trattandosi di un’escursione di alta montagna parzialmente su ghiacciaio, questa va affrontata con la dovuta attrezzatura (piccozza, ramponi, corda) e con la necessaria conoscenza della progressione su ghiacciaio.

Nota


Vedi tutte le segnalazioni sulle aree protette

Come arrivare

SS239 della Val Rendena. A Carisolo si svolta seguendo le indicazioni per la “Val Genova”. La strada è gestita dall’ente Parco Adamello-Brenta che ne disciplina la viabilità e l’accesso. L’entrata è libera fino alle 7.00 del mattino, poi si accede con bus-navetta.

Dove parcheggiare

Presso i piazzali segnalati in valle. La strada di accesso alla Val Genova e i parcheggi sono di gestione del Parco Adamello Brenta

Coordinate

DD
46.197434, 10.596843
DMS
46°11'50.8"N 10°35'48.6"E
UTM
32T 623206 5117223
w3w 
///filosofare.zanzara.posala
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.

Guide consigliate in questa regione:

Mostra tutto

Cartine consigliate

Mostra tutto

Attrezzatura

Adatta ad escursioni di alta quota. Per la salita dal Matarot: imbrago, longe di sicurezza, casco, ramponi. Per la salita dal Mandron portate anche piccozza, corda e materiale per autosoccorso.

 


Domande e risposte

Fai la prima domanda

Vuoi chiedere una domanda all'autore?


Recensioni

Condividi la tua esperienza

Aggiungi il primo contributo della Community


Foto di altri utenti


Difficoltà
difficile
Lunghezza
13,6 km
Durata
6:00 h.
Salita
1.500 m
Discesa
1.500 m
Punto più alto
3.040 m
Punto più basso
1.642 m
Panoramico Andata e ritorno Tratti attrezzati

Statistiche

  • Contenuti
  • Mostra immagini Nascondi foto
Funzioni
2D 3D
Mappe e sentieri
  • 2 Highlights
  • 2 Highlights
Lunghezza  km
Durata : ore
Salita  mt
Discesa  mt
Punto più alto  mt
Punto più basso  mt
Muovi le frecce per aumentare il dettaglio